SALVATORE SALAMONE


Vai ai contenuti

La lentezza


Oggi che tutti navigano su internet, da un capo all'altro del mondo, per comunicarsi: "Velocità - Estasi", nel mio lavoro ecco apparire le tavolette in terracruda, tavolette di argilla, nate sulle sponde del Tigri, impastate con lentezza e pressate con le mani nude su un piano di legno, incise, poi, con una canna appuntita dalle mani sapienti dello scriba-sacerdote.
E' Dio che parla al suo orecchio.
Ha la parola-verbo che si trasforma, nelle sue mani, in minuti segni fonografici: "Scritture".
La vera grande rivoluzione dell'umanità.
La parola si fa segno - immagine - oggetto - memoria - arte.

"In questa lentezza mi sembra di riconoscere un segno di felicità" (*)


(*) Milan Kundera - "La lentezza"





Torna ai contenuti | Torna al menu